La cancelleria vescovile è l’ufficio a cui sono assegnati i compiti previsti dai cann. 482-491 del Codice di diritto canonico. È affidata alla responsabilità del cancelliere vescovile, eventualmente coadiuvato da uno o più collaboratori che rivestono le funzioni precisate dal decreto di nomina (cf cann. 483-485).

Cancelliere
Don Giuseppe Mandrile

Vice Cancelliere
Don Guglielmo Fava

Via Vescovado, 8
12045 Fossano (CN)

Tel. 0172.6007 int. 1
Fax 0172.637691
E-mail cancelleria@diocesifossano.com

La cancelleria vescovile ha il compito di curare lo svolgimento degli adempimenti relativi a diversi ambiti come segue.

I – Predisposizione degli atti di curia
a) Cura la redazione degli atti di curia salvo siano di competenza di altri organismi; li presenta alla firma dell’Ordinario diocesano, ne cura il perfezionamento sotto il profilo della formalizzazione giuridica mediante apposizione del sigillo di curia, datazione, inserzione nel protocollo generale, controfirma a opera del cancelliere o del suo vice
b) Predispone quanto necessario per la pubblicazione degli atti di curia e degli altri documenti nel Bollettino Ufficiale “Vita Diocesana” (con Cuneo)

II – Provvisione di uffici
a) Garantisce l’osservanza dei procedimenti previsti per la provvisione di uffici canonici da parte del Vescovo, con particolare riferimento ai parroci
b) Partecipa alla gestione delle elezioni per i vari organismi di partecipazione di carattere diocesano e per la designazione dei Vicari zonali

III – Ordinazioni e vita del clero
a) Segue, in collaborazione con i responsabili del Seminario, della formazione al diaconato permanente, degli istituti di vita consacrata o delle società di vita apostolica, gli adempimenti connessi alle ordinazioni, al conferimento dei ministeri e all’ammissione dei candidati; conserva e aggiorna i registri relativi alle ordinazioni e custodisce la documentazione inerente
b) Predispone gli atti relativi alla concessione di facoltà e licenze ai chierici, anche non diocesani, nonché ai procedimenti di incardinazione ed escardinazione
c) Trasmette le necessarie indicazioni all’Istituto per il sostentamento del clero della diocesi di Pavia per quanto concerne la situazione remunerativa dei sacerdoti in occasioni di nomine, trasferimenti, rinunce, ecc, e cura la comunicazione ai sacerdoti, una volta l’anno e in occasione di qualsiasi mutamento di incarichi ministeriali, delle apposite schede sulla situazione remunerativa

IV – Archiviazione
a) Cura l’archiviazione degli originali di tutti i documenti iscritti al protocollo generale e della documentazione relativa, nonché degli atti canonicamente rilevanti che non siano di pertinenza di altri organismi di curia
b) Custodisce l’archivio diocesano, regolamentandone l’accesso a norma del diritto
c) In conformità alle norme stabilite dall’Ordinario diocesano, sentito il responsabile dell’Ufficio per gli archivi e le biblioteche, trasmette all’archivio storico i documenti non più rilevanti per l’espletamento dei compiti ordinari della curia
d) Custodisce nel proprio archivio i documenti relativi all’identificazione fondamentale delle persone (in particolare i chierici), degli enti (con i relativi statuti) e degli organismi
e) Predispone quanto necessario per l’inserimento dei dati di sua spettanza nella Guida della diocesi e coordina la redazione complessiva del volume

V – Certificazione
a) Rilascia attestazioni e certificazioni relative ai documenti e ai registri di sua spettanza e alle procedure relative alla celebrazione dei sacramenti sentito il servizio per il catecumenato nei casi ad esso pertinenti; opera la visura di firme e documenti e rilascia attestazioni di conformità delle copie all’originale
b) Garantisce, tramite l’apposito incaricato, il rilascio di dichiarazioni relative alla custodia delle reliquie

VI – Coordinamento e segreteria
a) Cura ordinariamente la corrispondenza ufficiale dell’Ordinario diocesano o di organismi di curia con la Santa Sede, la Conferenza Episcopale Italiana o con altre diocesi e le comunicazioni relative agli atti di curia con l’autorità civile, con particolare riferimento al Registro delle persone giuridiche
b) Funge da segreteria relativamente alle procedure per il conferimento di onorificenze pontificie
c) Raccoglie le domande avanzate al Vescovo per la modifica dei confini delle parrocchie o dei vicariati e ne segue l’espletamento
d) Funge da coordinamento per le procedure relative alla richiesta di indulgenze alla Penitenzieria apostolica, alla concessione di licenze per la custodia del S.S.mo Sacramento e alla benedizione o dedicazione di altari e luoghi sacri
e) Tramite il cancelliere partecipa agli incontri periodici con i cancellieri delle diocesi piemontesi per scambio di pareri e verifiche di esperienze su problematiche connesse con l’ufficio, lo studio di questioni emergenti, la programmazione di iniziative e attività comuni

VII – Statistica
a) Reperisce ed elabora, anche con l’aiuto di esperti esterni all’ufficio, i dati di natura statistica che interessano la diocesi nel suo insieme e nelle sue componenti
b) Mantiene i contatti con analoghi organismi di altre diocesi, della CEI, della S. Sede, di enti pubblici e istituti di ricerca